h1

Amate questa città…

giugno 4, 2007

torre guinigi 

Ultimi giorni di campagna elettorale a Lucca. Anche qui il centrosinistra, una settimana fa, ha ricevuto una sonora batosta. Anche qui, come in tanti altri comuni, i cittadini di centrosinistra hanno disertato le urne. Soprattutto coloro che si identificano nell’Unione e nel Partito Democratico.
Sicuramente alcuni sbagli del governo nazionale hanno influito. Forse alcune scelte non sono state comprese. Certamente, un anno di governo, non può bastare per giudicare. Non c’è medicina miracolosa e siamo chiamati a fidarci, ancora una volta, di coloro che ci governano.
Un gruppo di laici cattolici hanno scritto una lettera aperta per invitare i cittadini che si riconoscono nei valori del centrosinistra ad andare a votare.
Il voto, personale, è segno della presenza e della volontà di ognuno di partecipare. La sfiducia e la disillusione non possono essere la risposta. Così si lascia il campo agli avversari. Lo si regala. Rimanere a casa, non votare è scegliere di non farsi coinvolgere, è decidere di lavarsene le mani.
Meglio, molto meglio votare…

La lettera: 
“Amate questa città… È un patrimonio prezioso che voi siete tenuti a tramandare intatto, anzi migliorato ed accresciuto, alle generazioni che verranno”
Giorgio La Pira.

Crediamo che sia nostra responsabilità dare tutto il più profondo e convinto contributo per “costruire la città dell’uomo a misura dell’uomo” (Giuseppe Lazzati) e riteniamo l’impegno per la città una maniera esigente di vivere l’impegno cristiano al servizio degli altri”.
Condividiamo lo spirito di ascolto, partecipazione, dialogo sincero e la ricerca in primo luogo del bene comune.
Condividiamo i pensieri, i sogni, i desideri di tutti e tutte coloro che lavorano per ricostruire nella nostra città un profondo senso di comunità, per superare i conflitti, per ricostruire le relazioni di cui si intesse la vita degli uomini e delle donne.
Desideriamo che la città di Lucca sia una comunità di tutti e di tutte, solidale, aperta, laica, fondata sulla partecipazione, che intende camminare nella pace, verso la pace.
Siamo certi che a dare credibilità alle parole, come ci ricorda Giuseppe Lazzati, sia la testimonianza di vita che sia specchio dei valori umani per i quali ci si batte, non la sola esibizione dei valori religiosi.
Vogliamo trasformare la nostra città “ trasformare le strutture errate della città umana; riparare la casa dell’uomo che rovina.
Vogliamo rendere Lucca una città che è fedele alle sue origini e alla sua storia perché sa aprirsi, perché sa accogliere, perché sa includere.
Questo impegno che sentiamo nostro è l’impegno dello schieramento che sostiene il candidato a sindaco Andrea Tagliasacchi.
Questo impegno è l’impegno dei programmi proposti dalla coalizione di centro sinistra che mirano a realizzare il “bene comune” inteso come rispetto della dignità della persona umana, nei suoi valori ed esigenze.
Invitiamo quanti si riconoscono in queste “virtù civiche” a votare nel ballottaggio di domenica 10 e lunedì 11 giugno per Andrea Tagliasacchi il cui programma rispecchia questi valori, indispensabili per ricostruire una comunità attraverso un cammino rispettoso delle tradizioni, delle fragilità presenti nel territorio e aperto al dialogo col mondo che, oltre a farci crescere come persone, può offrire opportunità per migliorare la vita di tutti e tutte.
Seguono le firme…

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: