h1

L’arte della poesia

novembre 12, 2007

 

C’è chi ci crede davvero. Capace di decantare in pubblico i versi delle proprie poesie. Senza imbarazzo. Ecco il regalo per Fabrizio Cicchitto in occasione dl suo 67° compleanno  (26 ottobre 2007) pubblicata sull’ultimo numero di Vanity Fair

Viviamo insieme
questa irripetibile esperienza
con passione politica
autentica
con animo casto
e con la sorpresa
dell’amicizia.
Ci mancheranno
quando verrà il tempo nuovo
e ci rispecchieremo finalmente
l’uno nell’altro.
E ci mancherà
anche quello che non
abbiamo vissuto insieme
fra i banchi della scuola
nell’adolescenza inquieta
e nell’età in cui non si ama.
La mia fede
è la tenerezza dei tuoi sguardi.
La tua fede
è nelle parole che cerco.

Altre due chicche dello stesso autore:

Luna indifferente
Materna sensualità
Velo trasparente
Severo abbandono
(dedicata a Stefania Prestigiacomo)

Ignara bellezza
Rubata sensualità
Fiore reclinato
Peccato d’amore

(dedicata a Michela Vittoria Brambilla)

Per concludere in apoteosi…

Mani nello spirito
Anima trafuso
Abbraccio d’amore
Madre di Dio
(dedicata alla mamma di Silvio Berlusconi)

Sempre nella piena convinzione che questo insieme di parole siano versi, arte, poesia.
Consegnate ai giornali e pubblicate. Possibile?

vota:

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: